Innova Ocular - ICO Barcelona

Specialisti di Neuroftalmologia

Dal nervo ottico alla corteccia cerebrale esistono molte malattie che possono alterare la vista, il movimento dei bulbi oculari e la motilità pupillare.

Il neuroftalmólogo coopera con il neurologo e il neurochirurgo per diagnosticare e curare le malattie che non sono di pertinenza oculistica.

L'occhio funziona come una videocamera che cattura le immagini e le converte in impulsi elettrici. Il nervo ottico e le vie ottiche intracerebrali portano questi impulsi alla parte posteriore del cervello, che è quella che in realtà "vede".

La trasmissione degli impulsi di visione può essere inficiata da varie malattie del nervo ottico o del cervello; le più frequenti sono di natura circolatoria ma ci sono anche malattie ereditarie, metaboliche e autoimmuni (come la sclerosi multipla). Le patologie ipofisarie e l’aumento della pressione intracranica possono arrivare ad alterare la visione.
Altri processi possono influenzare la visione compromettendo aree visive della corteccia cerebrale.

Un altro punto di connessione tra il cervello e l'occhio è a livello di movimenti oculari, il cervello coordina il movimento preciso e coordinato dei due occhi per ottenere una singola immagine tridimensionale. Quando viene a mancare l’apporto di un muscolo compare la visione doppia (diplopia) o un movimento incontrollato dei bulbi oculari (nistagmo). Nelle persone con diabete o ipertensione si può paralizzare uno qualsiasi dei nervi che muovono il bulbo oculare. I test diagnostici del neuroftalmólogo determinano il nervo interessato che causa la paralisi. La dinamica delle pupille dipende dal controllo del cervello e viene studiata in questa unità.

Il neuroftalmólogo può anche dare consigli sulla riabilitazione per le persone con problemi di vista di origine cerebrale, aiuta nella prevenzione dei fattori di rischio per la circolazione degli occhi e il cervello ed è coinvolto nella diagnosi e nel trattamento delle emicranie.

Si tratta di una unità di oculisti di grande esperienza nell'intersezione di oftalmologia e neurologia. L’Unità di Neuroftalmologia è diretto dal Dott. Manuel Romera, con la partecipazione del Dott. Ana Blazquez.

Qual è l'attività dell'Unità di Neuroftalmologia?

  • Diagnosi e trattamento delle patologie del nervo ottico
  • Studiare la via ottica e la visione " cerebrale "
  • Studio della Motilità Oculare e dinamica pupillare
  • Campimetria computerizzata neuroftalmologica
  • Analisi di neuroimaging (TAC, RMN, etc)
  • Iniezione di tossina botulinica (Botox)
Questo sito web usa cookies, leggi la nostra politica della privacy qui
Politica dei cookies